LO ZENZERO: TRA BENEFICI E SCIENZA

Lo zenzero è una spezia dalle mille proprietà benefiche ed è in grado di stimolare il metabolismo accelerando il consumo dei grassi accumulati in eccesso. Inoltre depura l’organismo dalle scorie e le tossine.

E’ una spezia che si ottiene dalla radice di una pianta di origine orientale. Noto in tutto il mondo per il suo potere aromatico e le sue numerose virtù, lo zenzero è un perfetto coadiuvante della perdita del peso.

 

Lo zenzero è ricchissimo di antiossidanti, ha forti proprietà antinfiammatorie e apporta diversi benefici all’apparato digerente come favorire la digestione, lenire crampi e dolori allo stomaco, calmare la nausea e il vomito anche in gravidanza e alleviare il mal d’auto. Inoltre è ricco di vitamina B6 e sali minerali fondamentali come calcio, ferro, fosforo e potassio. Ma tra le tante proprietà benefiche dello zenzero, quella più apprezzata specialmente dalle donne è quella dimagrante depurativa.

La radice dello zenzero è in grado di smorzare il senso di fame grazie alla sua azione termogenica. Viene spesso impiegato nelle diete dimagranti perché accelera il metabolismo dei grassi, favorendo l’eliminazione dei lipidi in eccesso. In ogni caso, per godere appieno delle proprietà dimagranti dello zenzero, è bene abbinare un regime alimentare corretto e una giusta quantità di esercizio fisico quotidiano. Lo zenzero agisce più velocemente se assunto fresco o sottoforma di infuso: aggiungi lo zenzero grattugiato o in polvere ai tuoi piatti per arricchirli oppure crea delle tisane tagliandolo a fettine e facendolo bollire.

Lo zenzero è perfetto per la stagione autunnale e invernale, non solo per le sue proprietà termogeniche, ma anche per le sue proprietà espettorantiantinfluenzaliantibatteriche antibiotiche. Consumare un infuso di zenzero, vuol dire allontanare in poco tempo gli stati influenzali, la febbre alta, la tosse secca o grassa e il mal di gola.

Ad uso esterno lo zenzero lenisce i dolori articolari e muscolari, questo grazie alle sue potenti proprietà antinfiammatorie. L’olio essenziale di zenzero è perfetto per alleviare i dolori dati da un’intensa attività fisica, distorsionicontusioni e dolori dati dall’influenza.

10 benefici della tisana di zenzero

  1. Migliora la digestione.Calma lo stomaco, rilassa i muscoli gastrointestinali e previene la formazione di gas e di gonfiori. Ideale quindi dopo un pasto abbondante che senti ti è rimasto sullo stomaco.
  2. Previene il raffreddore. Lo zenzero stimola il sistema immunitario ed è riscaldante quindi aiuta a sciogliere il muco e rimuovere le cause del raffreddore. Nell’articolo Ecco la Bomba Anti-influenzale efficace anche per tosse e raffreddorelo zenzero è parte fondamentale della ricetta.
  3. Calma il mal di gola e la tosse. L’azione analgesica, antinfiammatoria, antidolorifica e riscaldante dello zenzero aiuta ad eliminare il muco ed infiammazioni dalle vie respiratorie, che sono associate alla comparsa della tosse e del mal di gola.
  4. Allevia la nausea. Lo zenzero è dimostrato che è efficace per alleviare la nausea, sia in caso di lunghi viaggi in nave, auto, autobus o aereo, sia in gravidanza. Sono quindi ideali lecaramelle canditedi zenzero o magari dei pezzetti di zenzero fresco da portare con sé.
  5. Riduce i dolori artritici. Unostudio pubblicatosulla rivista medica Arthritis dimostra come lo zenzero contiene dei composti in grado di inibire la produzione di citochine, le molecole che causano infiammazione articolare e quindi dolore. Ho ricevuto tantissime testimonianze di persone che hanno visto i loro dolori scomparire grazie allo zenzero. Infatti in questo studio è risultato che addirittura lo zenzero è meglio dell’ibuprofene e cortisone, anche per il fatto che non ha i pesanti effetti collaterali che invece questi farmaci hanno.
  6. Combatte il diabete.Uno studio condotto preso l’Università di Sidney ha dimostrato che lo zenzero può aiutare a tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue nei pazienti diabetici. Gli esperti hanno osservato che gli estratti di zenzero riescono ad aumentare la quantità di glucosio assorbita dai muscoli indipendentemente dal tasso di insulina nel sangue.
  7. Calma i dolori mestruali. I composti presenti nello zenzero si rivelano efficaci per alleviare i dolori mestruali.
  8. Allevia il mal di testa.Lo zenzero, come abbiamo detto, ha proprietà riscaldanti e quindi dilatanti che combinate con le proprietà antinfiammatorie ed antidolorifiche lo rendono in grado di alleviare il mal di testa ed particolare l’emicrania- In caso di emicrania, il consiglio è quindi di bere una tisana allo zenzero per alleviare il dolore.
  9. Rafforza il sistema cardiovascolare.Previene l’infarto e scioglie i depositi di grasso nelle arterie. Grazie alle proprietà riscaldanti migliora la circolazione sanguigna e quindi il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive alle cellule.
  10. Combatte il cancro.Lo zenzero ha dimostrato di avere potenti proprietà anticancro.

 

Ricetta per fare la tisana di zenzero

Il primo errore comune è l’ingrediente fondamentaleDevi sapere che c’è zenzero e zenzero. Lo zenzero migliore è quello biologico che puoi trovare nei negozi biologici o di prodotti naturali: infatti la sua buccia non è contaminata e contiene una quantità maggiore di principi attivi. La maggior parte dei supermercati hanno lo zenzero dalla Cina che non andrebbe consumato. Se non trovi quello biologico, alcuni supermercati hanno lo zenzero del sud america che va benissimo.

La differenza tra lo zenzero cinese e quello bio?
Ho preparato la tisana con le due varietà in commercio. Questa l’immagine che evidenzia la differenza tra tisana a base di zenzero cinese e zenzero bio. Lo Zenzero prodotto in Cina può essere pericoloso per la nostra salute. Gli agricoltori di zenzero cinesi usano il 300-600% di pesticidi in più oltre il livello consentito per la salute. Sono stati anche trovati pesticidi illegali in Europa.

Le sostanze tossiche trovate sullo zenzero cinese sono:

  • Aldicarb (in Cina conosciuto come Shennongdan) è un pesticida carbammato altamente velenoso
  • DDVP è un additivo usato per mantenere lo zenzero fresco a lungo. E’ una sostanza organicofosforica tossica assolutamente vietata per uso alimentare. I sintomi sono debolezza, mal di testa, senso di oppressione al petto, visione offuscata, salivazione, sudorazione, nausea, vomito, diarrea, crampi addominali, irritazione degli occhi e della pelle, naso che cola, dispnea, laringospasmo, cianosi, anoressia, paralisi, vertigini, atassia, convulsioni, ipotensione e aritmie cardiache;
  • Polvere 666: è un pesticida molto pericoloso usato per impedire agli insetti di entrare nello zenzero e danneggiarlo e viene spruzzato direttamente sullo zenzero.

Il secondo errore comune è la durata della bollitura, che come puoi vedere di seguito è molto più lunga di quella comunemente fatta, e permette di estrarre tutti i principi attivi che altrimenti rimarrebbero nella radice.

Ingredienti per 1 persona

  • Pezzo di radice di 4-5 cm di Zenzero
  • Acqua

Preparazione

  1. Prendi lo zenzero, lavalo bene e taglialo a pezzettini sottili (o tritalo con il minipimer)
  2. Metti il tutto in una pentola con poco più di mezzo litro d’acqua e fai bollire a fuoco basso per 45 minuti o un’ora.
  3. Spegni e lascia in infusione per 5 minuti.
  4. Filtra e bevila calda.

 

Controindicazioni

Lo zenzero non presenta grosse controindicazioni se assunto secondo la posologia corretta, senza eccessi. Ciò nonostante, vi sono dei casi particolari in cui è meglio o limitarne l’uso, o evitarlo del tutto. I soggetti allergici alla radice dovranno, ovviamente, eliminare completamente tale alimento dalla propria dieta, così come chi presenta un’intolleranza alimentare verso esso. Le persone affette da calcoli biliari, in cura con farmaci antinfiammatori, anticoagulanti o pressori dovrebbero evitarne l’uso oppure rivolgersi al proprio medico di fiducia per conoscerne la posologia più giusta per il proprio caso: questo perché lo zenzero lavora sul sistema circolatorio e fluidifica il sangue, per cui agirebbe sinergicamente con i medicinali in uso. In presenza di diabete l’ingestione dello zenzero andrebbe evitata per i suoi effetti ipoglicemizzanti, così come sconsigliato è l’uso in caso di blocchi intestinali preesistenti.

Dibattuto è il suo utilizzo durante la gravidanza: difatti, sebbene lo zenzero abbia spiccate proprietà antiemetiche, utili quindi durante le fastidiosissime nausee nei primi tempi della gestazione, alcuni studi rivelerebbero la possibilità di causare eventuali danni sulla corretta formazione del feto. Anche in questo caso, è meglio affidarsi ai consigli del proprio ginecologo. In ogni caso, è buona norma tener presente che non bisogna mai assumere quantità di zenzero in eccesso, onde evitare di avere spiacevoli effetti collaterali (soprattutto a carico del sistema gastrointestinale) e inficiare tutte le proprietà benefiche di questo prezioso alimento.

Precedente COME ELIMINARE LO ZUCCHERO DALLA DIETA? – seconda parte Successivo Dimagrire con la flora intestinale... si può!