7 carboidrati per dimagrire!

Demonizzati dalla dieta proteica e accusati di far ingrassare, i carboidrati sono croce e delizia di chi inventa ogni giorno diete nuove. Questi nutrienti chiedono in ogni caso di essere introdotti nella dieta alimentare, perché a detta della comunità scientifica, toglierli è controproducente per la salute, in termini di sistema nervoso e anche di resa sull’umore. Ma esistono dei carboidrati che possono fare decisamente bene, integrare e completare la dieta con intelligenza, senza far ingrassare, quindi scopriamo quali sono:


1- La quinoa: cibo antico e super energetico, la quinoa non contiene molte calorie, è facile da digerire, ma soprattutto è un’importante fonte di fibre, di vitamine e di sali minerali. Una volta alla settimana la quinoa può essere inserita con fiducia nel piano alimentare per renderlo più sano e completo;

2- Il riso integrale: 109 calorie per un etto e tanti sali minerali preziosi sono solo alcune delle caratteristiche che rendono il riso integrale un alimento da preferire, anche quando si è a dieta;

3- Il muesli: alimento completo, che in base alla sua composizione promette una colazione varia e bilanciata, il muesli da energia e carica mattutina, ma soprattutto apporta fibre e vitamine a volontà. La scelta migliore è di preferirlo di ottima qualità e di completarlo con tanta buona frutta fresca e secca;

4- Il Bulgur: originario del Medio Oriente, questo grano è molto saporito e può diventare la base nella preparazione di piatti unici completati da verdure. Il suo apporto calorico è contenuto e il bulgur apporta tanti sali minerali importanti, quindi a pari della quinoa può essere introdotto con fiducia nel piano alimentare settimanale;

5- L’orzo perlato: i nordici sono abituati a consumare l’orzo a colazione nel porridge, mentre in Italia, questo cereale è considerato un alimento salato e dedicato al pranzo o alla cena. Qualsiasi sia la scelta, si tratta di un alimento poco calorico, ricco di fibre e di vitamine importanti, che può essere consumato nella zuppa ma anche nelle insalate;

6- Avena: cibo basico per eccellenza, l’avena ha il potere di stabilire il ph all’interno dell’organismo ed è inoltre un cibo molto riposante, adatto per chi soffre di bruciore intestinale e anche di stipsi. L’avena può essere consumata nel muesli o nella preparazione di pasta fatta in casa;

7- Il Grano saraceno: molto digeribile e leggero, il grano saraceno è un super alimento che può essere introdotto anche giornalmente, nella pasta o nella preparazione di prodotti da forno. È ricco di vitamine e di sali minerali preziosi e appaga il palato grazie al suo sapore molto intenso.

Precedente FIBER BOOST: fibre alimentari? Si, grazie! Successivo HIIT vs LISS: dimagrisci migliorando le tue prestazioni!